Sindaco e Giunta Gualdo Tadino fanno punto su attività amministrativa

a distanza di oltre due anni dall’insediamento

Sindaco e Giunta Gualdo Tadino fanno punto su attività amministrativa

Sindaco e Giunta Gualdo Tadino fanno punto su attività amministrativa  da Luca Comodi GUALDO TADINO – A distanza di oltre due anni dal loro insediamento, nella giornata di lunedì 10 ottobre, con una conferenza stampa svoltasi nella Sala Consiliare del Municipio il Sindaco, la Giunta, il Presidente del Consiglio ed i consiglieri di maggioranza hanno voluto da un lato comunicare questioni di interesse pubblico relative alla vita amministrativa e dall’altra fare il punto su alcune prese di posizione da parte di alcuni gruppi di opposizione .

Il Sindaco Presciutti ha aperto la conferenza sottolineando:

“A fronte di tante difficoltà che riempiono le cronache quotidiane in molti centri dell’Umbria dove i rapporti nella maggioranza non sono sempre “tranquilli “, a Gualdo Tadino i gruppi di maggioranza scelti dagli elettori stanno marciando nella stessa direzione non lesinando un dibattito interno costruttivo e partecipato. Un fatto questo estremamente positivo. Passando ad esaminare alcuni argomenti di attualità riguardanti la nostra comunità rispetto al nostro operato, della quale prima delle feste natalizie presenteremo un report analitico settore per settore, posso anticipare che entro il corrente mese molto probabilmente sanciremo l’iter per il recupero dell’area Ex Calai. Saremo infatti in grado di approvare in via definitiva la variante al piano regolatore per dare il via alla progettazione esecutiva ed ai lavori. Sul fronte rifiuti, invece, in poco più di due anni c’è stato un ampliamento della differenziata e del servizio porta a porta (servito più dell’80% del territorio comunale) senza gravare sulle tasche dei cittadini. Si sta lavorando, inoltre, anche sulla possibile installazione di un centro di riuso, che possa essere utilizzato da più comuni. Passando alla questione dell’Area Rocchetta abbiamo chiesto con forza la convocazione in breve tempo di un incontro con tutti gli stakeholders interessati all’argomento. In quella sede, anticipo che chiederemo fin da subito all’azienda un gesto concreto per tutta la comunità gualdese: ossia l’opera di ripulitura dell’oasi Rocchetta dove è presente la vecchia fonte. Per il resto stiamo andato avanti sull’iter di rinuncia all’auditorium nella zona del Granaio, mentre vogliamo recuperare il Centro Promozionale della Ceramica. Recupero dell’area dell’Ex Ospedale Calai, della Rocchetta e del Centro Promozionale possono rappresentare per la comunità gualdese tre investimenti importanti dal punto di vista economico e non solo. Sul fronte lavoro, infine, per quanto concerne la questione Ex Merloni, mercoledì prossimo con i sindaci di tutto il territorio incontreremo il Prefetto, poichè il 12 ottobre scadranno gli ammortizzatori sociali per circa 200 lavoratori. Sulla Tagina, invece, si è chiusa la 1° fase di costruzione del Piano per effettuare l’investimento di riconversione aziendale. Il tavolo regionale ha esaurito il suo compito in questa

fase, adesso si tratta di aggredire mercati italiani ed  esteri con i nuovi prodotti che l’azienda metterà in produzione”.

Dopo il primo cittadino Massimiliano Presciutti, ha preso la parola il Presidente del Consiglio Comunale Fabio Pasquarelli, che ha voluto rispondere ad alcune accuse emerse a mezzo stampa qualche giorno fa.

“Non avrei voluto parlare di ciò, ma sono qui oggi per rispondere alla accuse rivolte ai presidenti di Commissione di gestire con poca democrazia  le riunioni stesse. Volevo dire che in quasi due anni e mezzo di insediamento abbiamo svolto 28 sedute del Consiglio Comunale e 35 sedute delle Commissioni. I dati sono pubblici e sotto gli occhi di tutti. Ci accusano di aver convocato in fretta e in furia un consiglio comunale per dare una risposta alla città sull’offerta formativa, ma occorreva solo venire a discutere di un argomento che vedeva d’accordo le forze di maggioranza e minoranza. Invece gli stessi consiglieri di minoranza che ora ci accusano erano assenti. Dispiace sentire certe voci perché in questi due anni e mezzo abbiamo sempre cercato di condividere gli argomenti, ascoltando sempre anche la minoranza. Rigetto quindi le accuse sul fatto di essere antidemocratici, anzi è vero il contrario. Voglio al contrario fare i complimenti ai presidenti di commissione, ai consiglieri comunali e alla Giunta perché in questo lasso di tempo dal nostro insediamento abbiamo dimostrato di essere una maggioranza coesa, che nei consigli comunali ha si discusso ma ha anche dimostrato di sapere ciò che vuole. Sono orgoglioso del lavoro svolto fino ad ora e rigetto senza se e senza ma le accuse lanciateci addosso”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*