Gualdo Tadino, presi i tre magrebini che hanno danneggiato le 4 statue del Presepe Emozionale

I tre dopo essere stati identificati, grazie ad alcune testimonianze

Gualdo Tadino, presi i tre magrebini che hanno danneggiato le 4 statue del Presepe Emozionale

Gualdo Tadino, presi i tre magrebini che hanno danneggiato le 4 statue del Presepe Emozionale GUALDO TADINO – La città di Gualdo Tadino, il polo museale e la comunità dei frati cappuccini con “Frate Indovino” stanno da circa un mese allestendo per la città di Gualdo Tadino alcune immagini in cartone a grandezza naturale raffiguranti vari soggetti che si dirigono presso il luogo dove il 2 dicembre 2016 verrà inaugurato il presepe emozionale, unico in Italia. La rappresentazione, oltre ad avere un valore economico, ha un forte valore emotivo proprio perché risalta la cultura e le tradizioni di un popolo che per primo al mondo raffigurò il presepe.

Negli ultimi giorni, purtroppo, 4 di queste statue sono state distrutte da alcuni vandali, incuranti delle tradizioni e dei valori cristiani. L’arma locale, subito attivata per le indagini del caso è riuscita ad identificare gli autori dei gesti vandalici. Si tratta di tre ragazzi magrebini da anni residenti in Gualdo Tadino e Nocera Umbra già noti alle Forze dell’Ordine per reati contro il patrimonio, stupefacenti e la persona.

I tre dopo essere stati identificati, grazie ad alcune testimonianze e all’esame delle telecamere del circuito di videosorveglianza del comune, sono stati deferiti all’autorità giudiziaria. I militari di Gualdo Tadino hanno ricevuto per questo attestazioni di merito da parte dell’amministrazione comunale e della cittadinanza.

3 Commenti

    • Per ora il Maggiore Zago ci ha detto che hanno sulle spalle anche un dispositivo che gli impedirà di avvicinarsi a luoghi di questo tipo. Per i tempi, lei sa bene quali sono quelli della nostra giustizia, purtroppo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*