Gubbio, Festival del Medioevo: grande successo per l’edizione 2021

Il sindaco: “Impegno determinante di organizzatori e amministrazione, che insieme hanno dato vita a un format di valore”

 
Chiama o scrivi in redazione


Gubbio, Festival del Medioevo: grande successo per l’edizione 2021

Il sindaco: “Impegno determinante di organizzatori e amministrazione, che insieme hanno dato vita a un format di valore”

Una grandissima presenza di pubblico, con il tutto esaurito ancora prima di dare inizio alle conferenze, un’organizzazione impeccabile, riconoscimenti arrivati da più parti e la presenza dei più importanti studiosi ed esperti in materia: si è chiusa ieri sera un’edizione  di enorme successo del Festival del Medioevo, quest’anno dedicato a Dante Alighieri.


fonte Ufficio Stampa Comune di Gubbio


La soddisfazione del sindaco

“Abbiamo celebrato nel migliore dei modi il tempo di Dante – sottolinea questa mattina il sindaco Filippo Stirati – dando vita a un Festival dai numeri e dai contenuti davvero straordinari. Per questo voglio esprimere i più sentiti ringraziamenti per l’impegno e la dedizione anzitutto a Federico Fioravanti, ideatore del Festival, insieme alla sua associazione, così come all’assessore alla Cultura Giovanna Uccellani e ai nostri uffici, che hanno lavorato senza sosta alla riuscita di questa manifestazione, che è stata capace di raggiungere un livello altissimo di contenuti e relazioni. Voglio ringraziare anche tutti coloro che hanno dato vita agli eventi collaterali al Festival, la Fondazione Università delle Arti e dei Mestieri, il Maggio Eugubino, i Quartieri, i Balestrieri, l’associazione Unaluna, che hanno fatto da elegante cornice alle conferenze in programma.  La gestione anche logistica del Festival, ancora in stato di emergenza Covid con tutte le restrizioni, le procedure, i protocolli del caso, è stata impeccabile, con grande soddisfazione dei visitatori, degli organizzatori e dei relatori”.

Il ruolo dell’amministrazione comunale

Stirati sottolinea particolarmente come “il Festival abbia dimostrato quest’anno di godere davvero di ottima salute, tanto che è già stata annunciata la prossima edizione, che avrà come tema le grandi dinastie.  Il Festival del Medioevo è nato con questa amministrazione, si tratta di un appuntamento che abbiamo fortemente voluto, cogliendo da subito la validità e la perfetta sintonia del progetto con le caratteristiche della nostra città. Il successo di quest’anno è una ulteriore prova del fatto che senza istituzioni nelle quali uomini e donne illuminati sposano determinate visioni, certamente i bei progetti resterebbero chiusi nei cassetti. Rivendichiamo perciò con grande forza il nostro ruolo in questo senso.

La mostra su Ottaviano Nelli

Anche la mostra su Ottaviano Nelli, che proprio nell’ambito del Festival abbiamo inaugurato – prosegue Stirati – ha messo in luce il grande impegno nel dare vita a un progetto di enorme respiro culturale, scientifico, di documentazione, ricerca e restauro, che ha già avuto, in pochissimi giorni, importanti riconoscimenti, su tutti le parole di grande elogio espresse da Vittorio Sgarbi.

Inaugurata la mostra “Ottaviano Nelli e il ‘400 a Gubbio”📸FOTO

Allo stesso modo, anche il lancio dell’operazione Federico da Montefeltro 2022 rappresenta uno straordinario salto di qualità, capace di lanciare la città di Gubbio in un circuito nazionale e internazionale di turismo culturale, anche grazie al disegno di legge sposato da parlamentari umbri e marchigiani, che coinvolge i Comuni di Gubbio e Urbino, le due Diocesi e due Sovrintendenze. Si tratterà per Gubbio – chiude Stirati – di un momento di grande consolidamento del rapporto umbro marchigiano, un vero e proprio investimento per il futuro anche in termini di programmazione e valorizzazione territoriale”.

 
Chiama o scrivi in redazione



Scrivi in redazione

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*