Il Museo dell’Emigrazione si aggiudica la Maglia rossa, in diretta nazionale l’ambito premio

l Museo dell’Emigrazione si aggiudica la Maglia rossa, in diretta nazionale l’ambito premio

Il Museo dell’Emigrazione si aggiudica la Maglia rossa, in diretta nazionale l’ambito premio GUALDO TADINO – Nell’ambito delle manifestazioni legate alla 10° tappa del Giro d’Italia, che ha visto protagonista  Gualdo Tadino, il Museo Regionale dell’Emigrazione Pietro Conti, fiore all’occhiello della città, è stato insignito di uno speciale riconoscimento, l’ambita “Maglia rossa” della nota trasmissione Caterpillar AM, in onda su Radio2 Rai.

Durante la diretta nazionale, che ha avuto luogo nella città di Foligno, lo scorso 15 maggio i due storici conduttori, Filippo Solibello e Marco Ardemagni, consegnandola simbolicamente al Direttore Catia Monacelli, alla presenza del Sindaco Massimiliano Presciutti, hanno sottolineato l’eccellente lavoro svolto negli anni da questa importante istituzione culturale.

Il Museo dell’Emigrazione Pietro Conti è stato inaugurato nel 2003 per volontà del Comune di Gualdo Tadino, con la collaborazione della Regione Umbria e grazie al supporto scientifico dell’Istituto per la Storia dell’Umbria Contemporanea. Nato per sottolineare il patrimonio storico, culturale ed umano legato al grande esodo migratorio che coinvolse l’Italia a partire dalla fine del 1800 e che ha riguardato più di 27 milioni di partenze.

“Ringrazio sentitamente Radio2 Rai”, ha specificato il Sindaco Massimiliano Presciutti, “per questo prezioso riconoscimento. Per me è anche l’occasione per complimentarmi con tutto il personale, che in maniera competente e appassionata, ogni giorno lavora nella divulgazione della nostra importante storia”.

Il Museo negli anni ha confermato infatti con successo la sua vocazione di centro studi, laboratorio didattico e luogo di memoria. “Un premio”, continua Alberto Sorbini, Direttore dell’Isuc e Responsabile scientifico della collana editoriale del museo, “che dà lustro a tutta la città di Gualdo Tadino e che sottolinea l’importante ruolo di questa istituzione nel panorama nazionale”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*