Vietato utilizzare acqua dal pubblico acquedotto per scopi diversi da quello domestico

Vietato utilizzare acqua dal pubblico acquedotto per scopi diversi da quello domestico

“Durante la stagione estiva il maggior consumo di acqua potabile sull’intero territorio comunale viene accentuato da usi impropri quali l’innaffiamento di orti, giardini e superfici a verde nonché lavaggi di autoveicoli e riempimento di piscine, causando anomali picchi di domanda e possibili carenze per l’indispensabile consumo umano” si legge nella nota pervenuta al Comune di Gualdo Tadino da parte di Umbra Acque, che ha richiesto all’amministrazione comunale di emanare un’ordinanza sulla questione.

In virtù di ciò il Comune di Gualdo Tadino con Ordinanza N° 73 del 25-06-2019 ordina a tutta la cittadinanza per tutto il periodo estivo, il divieto assoluto di utilizzo dell’acqua del pubblico acquedotto per scopi diversi da quelli domestici ed igienico-sanitari come ad esempio (non esaustivo) l’irrigazione di orti e giardini, il lavaggio di veicoli, cortili e strade private, il riepimento di piscine, fontane ornamentali, ecc.

La Polizia Municipale è incaricata del controllo circa eventuali infrazioni alla presente ordinanza. La presente Ordinanza, non preclude, qualora ne sussistano i presupposti, l’emissione di eventuali altri provvedimento formali volti alla salvaguardia dell’igiene pubblica e dell’ambiente.

L’inottemperanza alla presente, comporterà l’adozione dei provvedimenti previsti dalla normativa vigente.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
34 ⁄ 17 =