Gualdo Tadino ricorda i martiri che persero la vita il 1 luglio 1944 fucilati dai nazisti

All-focus

Gualdo Tadino ricorda i martiri che persero la vita il 1 luglio 1944 fucilati dai nazisti

Gualdo Tadino ricorda la Commemorazione del 75° Anniversario Eccidio di Piazza Martiri. Oggi, la città ha reso onore, con una deposizione di un mazzo di fiori da parte dell’Amministrazione Comunale presso il monumento ai caduti in Piazza Martiri, ai quattro gualdesi (Corradino Anastasi, Riccardo Travaglia, Alessandrino Busetto e Giuseppe Iacopetti) fucilati dai nazisti il 1 luglio 1944 in Piazza Martiri della Libertà ed a tutti i caduti della resistenza.

Dal 2014 la memoria di quanto accade è stata istituzionalizzata dal Comune di Gualdo Tadino con questa celebrazione che ha l’obiettivo di non far dimenticare quel terribile atto.

L’eccidio di Piazza Martiri fu l’ultimo atto delle truppe naziste, che costrinsero ad assistere alla scena della fucilazione dei quattro partigiani i giovani, i bambini, gli anziani, gli adulti sia maschi che femmine.

Sulla stessa lapide posta in Piazza Martiri, che ricordare l’eccidio del 1 luglio 1944 e i quattro gualdesi che persero la vita (Corradino Anastasi, Riccardo Travaglia, Alessandrino Busetto e Giuseppe Iacopetti) compaiono, inoltre, anche tutti i nomi degli eroi che si sono opposti, con il sacrificio della propria vita, all’invasore tedesco negli anni della Resistenza.

Parliamo di: Alimenti Trento (I° Martire Antifascista), Anderlini Luigi, Baglioni Fernando, Bellucci Federico, Bori Antonio, Castellani Ferdinando, Filoni Gusmano, Leani Alessandro, Farabi Gino (dei 40 martiri di Gubbio), Filippetti Tommaso, Filippetti Mariano, Mosca Oreste, Rosarivo Vladimiro, Santinelli Alfredo, Sordi Otello, Sorgo Giulio, Tomassini Nicola, Troiani Giovanni, Sac. Don Davide Berrettini (fucilato a S.Donato Marche), Passeri Natale, Vicenti Andrea.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*