Domenica a Gubbio il primo torneo di tiro con l’arco storico

Domenica a Gubbio il primo torneo di tiro con l’arco storico

Una giornata che fonde storia e sport in una sorta di anteprima del Festival del Medioevo, che promette a cittadini e turisti spettacolo e cultura, in una cornice perfetta quale quella del centro storico cittadino. Si terrà domenica 18 settembre il primo torneo di arco storico di Gubbio, gara parte del Campionato nazionale Fitast di tiro con l’arco storico in abiti medievali, evento che questa mattina è stato presentato in una conferenza stampa alla presenza degli organizzatori della gara, la compagnia arcieri storici Castrum Collis Palumbi, Giuliano Cirioli, presidente nazionale Fitast, il sindaco di Gubbio Filippo Stirati, la vicesindaco Alessia Tasso e l’assessore allo Sport Gabriele Damiani.

“Non solo una giornata di sport – è stato sottolineato dall’assessorato a Sport e Turismo – ma un modo per vivere la città in modo immersivo e lento: siamo davvero grati agli organizzatori e speriamo che questo numero zero della manifestazione possa storicizzarsi in questo periodo dell’anno, anticipando una delle più importanti manifestazioni che questo Paese ospita in tema di Medioevo”.

Gioni Formica, vicepresidente della Compagnia nata nel 2018, ha presentato il programma della giornata: “Arriveranno a Gubbio circa 200 arcieri da tutta Italia, rigorosamente in abiti medievali, che tireranno sfidandosi su venti piazzole poste nei più caratteristici angoli, vicoli e piazze cittadine.

I bersagli sono costruiti artigianalmente e, per questa edizione eugubina, liberamente ispirati al tema “Credenze e superstizioni del Medioevo”. Alle 8 ci sarà il ritrovo e l’accreditamento degli arcieri partecipanti in Piazza Grande, successivamente verranno formate le 20 pattuglie di arcieri e per le 13,30 circa è prevista la fine della gara”.

Giuliano Cirioli, presidente Fitast, ha ringraziato l’amministrazione “per l’impegno profuso nel lavorare al meglio a fianco degli arcieri, una compagnia, quella di Gubbio, nuova ma molto affiatata e unita: vi sono vicino come associazione e sosterrò questa volta e in ogni gara il vostro lavoro e il vostro impegno, per noi fondamentale e trascinante”.

Anche sindaco e vicesindaco hanno parlato di ”un gruppo solido e operoso, che, così come tutto l’associazionismo cittadino, rappresenta per noi un grande patrimonio. Da questa manifestazione arriva un messaggio di speranza, di ripresa, di coesione sociale, in una decisiva intesa tra istituzioni e associazione capace di portare a grandi risultati”.

 
Chiama o scrivi in redazione



Scrivi in redazione

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*