Stacca orecchio a compagna, erano nella vasca idromassaggio

Stacca orecchio a compagna, erano nella vasca idromassaggio

Stacca orecchio a compagna, erano nella vasca idromassaggio La lite tra i due sarebbe scoppiata sabato notte in una sala appartata del locale di scambisti, mentre i giovani stavano da soli in una vasca idromassaggio. Sono questi i primi particolari della brutta vicenda accaduta a Cattolica, dove il trentunenne eugubino macellaio ha aggredito la sua compagna, commessa in un negozio di intimo. E’ quanto scrive oggi il Messaggero Umbria.

Da un diverbio iniziale – scrive il quotidiano – ci sarebbe stato un crescendo di tensione finché lui avrebbe aggredito la ragazza sferrandole un morso con cui ha staccato più di metà orecchio, in pratica gran parte del padiglione auricolare destro. Ieri la donna è stata operata all’ospedale di Assisi, dov’è stato ricostruito completamente lo scheletro cartilageneo.

Proseguono le indagini. Questa mattina alle 10 è previsto l’interrogatorio di garanzia, in carcere a Rimini, che consentirà di chiarire alcuni aspetti dell’inquietante vicenda del morso all’orecchio. Il giovane dovrà rispondere di lesioni personali gravissime aggravate dai futili motivi, ovvero la gelosia. Il ragazzo, difeso dall’avvocato Ubaldo Minelli, è rinchiuso dalle prime ore di domenica nel carcere di Rimini. Il pubblico ministero Luca Bertuzzi lo interrogherà davanti al giudice per le indagini preliminari del tribunale del capoluogo romagnolo Benedetta Vitolo nell’udienza di convalida del fermo eseguito dai Carabinieri della Compagnia di Riccione.

Il titolare del locale avrebbe prestato i primi soccorsi, fino ad accompagnare la donna all’ospedale di Rimini per le cure. Il macellaio, invece, si è dato alla fuga e avendo raggiunto Cattolica con l’auto di lei, avrebbe chiesto a un amico di venirlo a prendere fuori dal locale a luci rosse.

La 35enne aveva già denunciato il compagno per atti persecutori dopo che lui le aveva distrutto l’auto e con uno spray rosso aveva imbrattato le vetrine del negozio in cui lavora. Poi il perdono e la volontà di ricominciare insieme. La giovane ha comunque ripetuto ai soccorritori di essere innamorata dell’aggressore. E’ assistita dall’avvocato Rita Pannacci.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*