“Natale in arte a Gubbio”, Massimo Paracchini esporrà una sua pittoscultura

 
Chiama o scrivi in redazione


rbt

“Natale in arte a Gubbio”, Massimo Paracchini esporrà una sua pittoscultura

Di Rossano Pastura

Massimo Paracchini parteciperà con un’opera informale, una pittoscultura, intitolata “Kromoexplosion Love Vortex in Psicotrance” alla Mostra collettiva d’arte contemporanea promossa dall’Associazione Culturale “La Medusa”.

L’evento, dedicato al tema del Natale, si intitola “Natale in arte a Gubbio” e si svolgerà in versione on line, tutto in digitale, con un formato speciale in 3 D, che riproporrà una galleria vera e propria dove verranno virtualmente allestite tutte le opere degli artisti partecipanti.

L’inaugurazione avverrà su piattaforma zoom con le autorità e gli artisti, sabato 12 dicembre 2020
alle ore 15.00. La mostra durerà fino al 6 gennaio 2012.

Gubbio di solito a dicembre si trasforma e diventa la città del Natale.

“Quest’anno tutto sembra cambiato – ha dichiarato l’artista piemontese – il nostro mondo conosciuto si è parzialmente fermato a causa dell’emergenza sanitaria, l’universo dell’arte deve invece riprendere e continuare il suo cammino, dando un messaggio di speranza al nostro futuro”.

L’opera che verrà esposta a Gubbio dal titolo “KROMOEXPLOSION LOVE VORTEX IN PSICOTRANCE” rappresenta uno dei punti di vertice della produzione artistica di Paracchini.

Realizzata in tecnica mista in Free Sprinkling Overflowing e Sparkling su tela con pieghe applicata su tavola, è stata realizzata nel corso di quast’anno.

Ho sempre voluto realizzare un’opera in kromotrance a forma di cuore – ha spiegato Paracchini – perché da essa, dal suo vortice interiore profondo, si origina tutto l’universo che conosciamo, perché da lì nascono tutte le emozioni e le sensazioni che proviamo, tutti i colori e le forme del mondo che esprimiamo con una kromoenergia senza pari, come un’onda impetuosa che tutto travolge attraverso un Free Sprinkling istintivo, senza regole, libero come il vento dell’anima che non trova mai alcun confine”.

Per l’artista Vercellese “dal cuore profondo si origina tutto, dal suo immenso vortice d’amore in
kromoexplosion nascono nuove forme e colori; in uno stato di psicotrance assoluta l’artista immagina e realizza, attraverso un Free Sprinkling istintivo, un nuovo Universo, concepito a partire da un microcosmo in grado di espandersi all’improvviso e che tutto travolge come un uragano senza pari di
kromosensazioni e di emozioni, mai contenuto, e che genererà altri vortici d’amore in crescita all’infinito”.

L’opera presentata nella mostra eugubina vuole rappresentare la forza primigenia. Paracchini la descrive con questi interessanti concetti: “Heart Vortex in Kromoexplosion, puri flussi di energia cosmica da cui tutto ha avuto origine attraverso un movimento rotatorio che nasce dalle torsioni dinamiche generate da un punto centrale, quando dal Kaos del Free Sprinkling Overflowing e Sparkling si darà vita alla nuova forma astratta, curvilinea e in eterno movimento evolutivo”.

Un’esplosione di colori in rilievo, per Paracchini sono ” come fuochi d’artificio o come mille soli scintillanti che si espandono all’infinito, quando l’artista in psicotrance, con il gesto di quella magica e totalmente libera aspersione di colore denominata Free Sprinkling Overflowing e Sparkling, destruttura il Kosmo per farlo ritornare al Kaos primigenio, quando tutto, compresi il tempo e lo spazio, ha avuto origine da un’onda iperellittica e adimensionale di pura energia fluente e vibrante”.

 

 
Chiama o scrivi in redazione



Scrivi in redazione

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*