Viaggialibro festival di racconto, fotografia e musica a Gubbio

BILANCIO AVVINCENTE PER LA  QUATTRO GIORNI 

Viaggialibro festival di racconto, fotografia e musica a Gubbio
civetta.tv

Viaggialibro festival di racconto, fotografia e musica a Gubbio

GUBBIO – Racconti, fotografia e musica, un mix vincente per la quattro giorni de ‘IL VIGGIALIBRO – festival del libro di viaggio’ che da giovedì 22 a domenica 25 giugno,  ha animato  Gubbio sul tema ‘Corrispondenze’,  con nomi di spicco della letteratura, del giornalismo e del reportage di viaggio. Quartier generale dell’evento, organizzato e promosso da Comune di Gubbio e ‘Officina delle Scritture e de Linguaggi’,  la Biblioteca Sperelliana  dove si sono avvicendanti incontri e ospiti speciali,  guidati da Anna Buoninsegni e Francesca Silvestri.  La finalità è quella di dare vita – sulla scia degli scrittori e disegnatori del Grand Tour – a opere e lasciti speciali, testimonianza della Gubbio contemporanea che con emozioni, immagini, atmosfere ispira pagine altrettanto mirabili.

La scrittrice  Silvia Calamandrei, erede del nonno Piero padre della Costituzione  italiana, ha dichiarato:  “Gubbio  è un luogo magico e la Biblioteca comunale è un capolavoro di cultura e arte”;  la giornalista Andreina De Tomassi ha decantato ‘Gubbio città delle pietre sonore’ e ha sottolineato: “Questa terra dell’Appennino centrale è la ‘pancia’ profonda dell’Italia, contiene umori e sapori che nutrono tutta la nazione”;  Caterina Soffici ha evidenziato nel suo racconto l’esperienza al femminile della rinascita imprenditoriale della ‘Sartoria Eugubina’.

E poi ‘special guest’:  a parlare di navigazione solitaria  il campione di traversata atlantica Nico Malingri che ha battuto, insieme al padre Vittorio, il  record francese Dakar – Guadalupe, mentre l’esperienza del  viaggio nella natura e nelle  piante è stata raccontata dall’erborista Marc Messeguè,  che da 5 anni ha messo le radici  del benessere a Gubbio, con la sua ‘spa’ al Park Hotel Ai Cappuccini.

E poi ancora  Simona Sparaco scrittrice e sceneggiatrice,  Valentina Farinaccio alla ricerca per le vie e i vicoli di Gubbio di un suo primo amore,  i giornalisti  Roberto Ippolito e Giuseppe Di Piazza,  la cantautrice Erica Mou, il musicista Angelo Ricciardi  con le sue etniche sonorità; i disegnatori  Claudio Ferracci e Francesco Gaggia della ‘Biblioteca delle Nuvole’ di Perugia,  che hanno sfidato il caldo torrido  per raccontare Gubbio con la matita e, infine,  la magica arpa della giovanissima Veronica Ragnacci della ‘Scuola Comunale di Musica’, insieme alla pianista .

Racconti ed emozioni che finiranno nel prossimo  libro,  ‘quaderno’ eugubino  accando al primo già pubblicato  ‘I luoghi invisibili’, grazie al sostegno dell’imprenditore Fernando Barbetti.  Infine, fino al 16 luglio è visitabile la mostra fotografica sul reportage di viaggio,  allestita  nella  Sala dell’Arengo, con gli scatti  di Karl Mancini, Giuseppe Di Piazza, Leo Brogioni, Giulio Brega, Claudia Ioan, Massimiliano Tuveri, questi ultimi curatori con ‘Officine Creative Italiane’ della intera esposizione.

 
Chiama o scrivi in redazione



Scrivi in redazione

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*