Area interna, Lega Gubbio, non realizzati i progetti cantierabili e finanziati

 
Chiama o scrivi in redazione


Lega Gubbio: “Non ancora attivati i Progetti di utilità collettiva” "Ed in particolare nel Comune di Gubbio”
ph Lega Gubbio

Area interna, Lega Gubbio, non realizzati i progetti cantierabili e finanziati

Non realizzati la maggior parte dei progetti cantierabili e finanziati nei tempi e modi indicati nelle schede interventi previsti nella strategia di Area interna. I consiglieri del Gruppo Consiliare Lega Stefano Pascolini, Michele Carini e Angelo Baldinelli hanno presentato una interpellanza per chiedere al primo cittadino Stirati, in qualità di sindaco del Comune capofila dell’Area Interna, quale è lo stato dell’arte della strategia e quali criticità o impedimenti non hanno consentito la realizzazione di alcuni progetti.

“Sentiamo spesso parlare il sindaco di Area Interna – spiegano i consiglieri – del ruolo strategico che deve ricoprire nel nostro territorio e degli interventi che sono stati individuati dall’apposita convenzione tra i vari Comuni e l’accordo Quadro tra Comune di Gubbio, Regione Umbria e i vari Ministeri interessati. Il Comune di Gubbio è capofila dell’Area Interna Nord Est Umbria e come tale, oltre ad avere un ruolo organizzativo, garantisce: il rispetto dei termini concordati ed indicati nelle schede di intervento; l’utilizzo, laddove sia possibile, degli strumenti di semplificazione dell’attività amministrativa e di snellimento dei procedimenti; l’attivazione e l’utilizzo a pieno ed in tempi rapidi di tutte le risorse finanziarie individuate nel presente accordo, per la realizzazione delle diverse attività e tipologie di intervento e rimuove gli eventuali ostacoli; diffonde tra la popolazione la opportuna informazione e comunicazione in merito alle finalità e ai risultati ottenuti dalla strategia.

I consiglieri Lega ricordano che “la copertura finanziaria degli interventi individuati nel piano strategico per il periodo 2014-2020 è di 11.893.740 euro assicurati da risorse provenienti dalla Legge di stabilità e da Fondi regionali. Dal quadro degli interventi per la quasi totalità dei progetti la data di fine lavori era prevista tra gli anni 2020/2021 e parliamo di opere cantierabili con documentazione propedeutica al capitolato d’oneri e alla fattibilità tecnico/economica. Inoltre i principali settori di intervento riguardano istruzione, sanità e viabilità e dal documento possiamo leggere che già a suo tempo alcuni progetti prevedevano già una situazione che purtroppo poi si è concretizzata con la pandemia come per esempio la telemedicina e forme di didattica a distanza che se realizzate nei tempi previsti avrebbero in questa fase alleviato alcune criticità.

Tra gli interventi riguardanti il nostro Comune vogliamo evidenziare i seguenti progetti più volti sbandierati dal sindaco che ad oggi non si sono concretizzati: la realizzazione del Museo degli Antichi Umbri nel Palazzo dei Consoli, con una dotazione finanziaria di 700.000 euro con un crono-programma ben definitivo che prevedeva l’inizio lavori nel novembre 2018 e termine lavori nel settembre 2021; il terminal per gli autobus in via del Teatro Romano, con una dotazione finanziaria di 860.000 euro, con un cronoprogramma ben definito il quale prevedeva l’inizio lavori nel novembre 2018 e termine lavori nel giugno 2021”.

 
Chiama o scrivi in redazione



Scrivi in redazione

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*