A Gualdo Tadino calcolate correttamente le aliquote TARI

Nell’ultimo triennio ridotte le tariffe de 12 % e raggiunti tutti gli obiettivi di raccolta differenziata

Gualdo Tadino, si dimette Mario Tantari, Fabio Pasquarelli nuovo Assessore

A Gualdo Tadino calcolate correttamente le aliquote TARI

GUALDO TADINO – “Sulla questione emersa di recente sulla stampa nazionale e locale circa l’applicazione della Tassa Rifiuti (TARI) “gonfiata per le utenze domestiche a causa di un errore commesso da diversi Comuni italiani nel suo calcolo”, si informano i contribuenti del Comune di Gualdo Tadino che questo Ente ha applicato nel modo corretto,  la regola generale dettata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

L’Amministrazione Comunale informa che la quota variabile della tariffa sui rifiuti è stata calcolata una sola volta considerando l’intera superficie dell’utenza domestica, composta sia dalla parte abitativa che dalle pertinenze immobiliari (posti auto, cantine, soffitte, box) e non tante volte quante sono le pertinenze, come sembra sia accaduto in diversi comuni italiani determinando un aumento talvolta rilevante dei costi a carico del contribuente.

Ancora una volta i fatti dimostrano come nel Comune di Gualdo Tadino vi sia una attenta, corretta  e trasparente gestione della cosa pubblica al servizio dei cittadini. Un ringraziamento particolare va a tutto il personale dell’Ufficio Tributi che con grande professionalità e disponibilità nei confronti dell’utenza svolge un lavoro molto delicato soprattutto in un periodo di pesante crisi come quella che stiamo attraversando.

Giova infine ricordare come, nonostante le enormi difficoltà che si scontano in tutta l’Umbria in questo delicato settore, una corretta ed oculata gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti ha consentito nell’ultimo triennio di abbassare le tariffe del 12 % , di servire più dell’80 %  della popolazione col servizio porta a porta, di raggiungere una percentuale di differenziata che sfiora il 70 % ,di eliminare più del 60 % dei cassonetti filo strada, di aprire l’isola ecologica per 6 giorni su 7. C’è ancora tanto lavoro da fare ma i fatti parlano da soli”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*