#Lavorobenecomune: presentati i due progetti selezionati

 
Chiama o scrivi in redazione


#Lavorobenecomune: presentati i due progetti selezionati

Sono “Ricette di Gubbio” di Mattia Baldelli Passeri e Giacomo Matteucci e “Wedd in Gubbio”  di Agnese Pierotti, Angela Allegrucci, Jessica Vergari le proposte selezionate da Rotary Club Gubbio e Comune quali start-up da aiutare a far partire attraverso un contributo di 2mila euro. Il progetto, che si chiama “#lavorobenecomune” e comprende due azioni per la valorizzazione delle capacità progettuali, creative e organizzative dei giovani residenti a Gubbio, è stato presentato ieri per quanto riguarda le iniziative a favore degli under 35.


Fonte Ufficio Stampa
Comune di Gubbio


Nell’ambito di questo progetto sono state selezionate idee riguardanti la valorizzazione turistica, culturale, ambientale e dell’artigianato di qualità/artistico riferite al territorio del Comune di Gubbio, che avevano connotati di innovazione (anche tecnologica) e di sostenibilità ambientale ed economica.

“Ricettedigubbio.com” è un nuovo format (portale web, video e social) che, a partire dalla cultura culinaria di Gubbio, intende promuovere e mettere in luce tutto ciò che la città può offrire ai propri ospiti. Fulcro dell’idea progettuale è la creazione di video ricette realizzate all’interno delle cucine dei ristoratori eugubini, abbinate alla promozione di luoghi della cultura e dell’arte cittadina scelti dagli chef. L’iniziativa ha coinvolto fino ad ora quattro cuochi e i rispettivi ristoranti: Osteria Cernicchi, Locanda del Duca, Frà Luppolo e Prefermento. Il format sarà poi implementato per altri locali della città e anche per altre città dell’Umbria. Gli autori del format sono Mattia Baldelli Passeri, fotografo, regista e social media manager, e Giacomo Matteucci, sviluppatore e web designer, entrambi giovani professionisti under 35.

“Wedd in Gubbio” è un altro ambizioso progetto nato  dall’idea di tre giovani ragazze che durante il lockdown, a lavoro fermo, hanno cominciato a pensare a come poter risollevare le loro attività, ognuna diversa dall’altra, ma collegate da una passione in comune: il mondo dei matrimoni.

Da qui l’idea di allargare il progetto a tutte le altre realtà di Gubbio collegate al tema “wedding” per creare una rete di professionisti selezionati, pronti a valorizzare non soltanto la propria attività, ma anche il territorio, con quello che vorrà diventare un punto di riferimento, un appuntamento annuale collegato ad eventi sempre più innovativi ed esclusivi. Questo progetto prenderà vita domenica 12 dicembre nel centro storico di Gubbio nel nobiliare palazzo Conte della Porta dalle 14.30 alle 20.00. In un percorso creato tra i vari allestimenti nelle diverse sale, i futuri sposi potranno a piccoli passi avvicinarsi alla scelta dell’abito, alle acconciature, al make up, alle fedi, ai fiori, alla lista nozze e tutto quello che accompagnerà il loro giorno più bello.

“L’Unione Europea – ha sottolineato ieri in conferenza stampa l’assessora alle Politiche giovanili Simona Minelli – indica i giovani quali principali agenti di sviluppo economico, di cambiamento sociale e di innovazione. E’ necessario sostenere la formazione all’imprenditorialità, stimolare l’istruzione formale e l’apprendimento non formale a sostegno della creatività, facilitando lo sviluppo del talento e delle capacità imprenditoriali dei ragazzi al fine di potenziarne l’occupabilità e le opportunità lavorative future, prendendo anche in considerazione le esigenze specifiche delle piccole e microimprese culturali e creative. L’assessorato alle Politiche giovanili persegue tali finalità seppur nella limitatezza delle risorse, attraverso bandi avvisi e percorsi di formazione non formale. Non sempre, purtroppo, le opportunità offerte vengono colte come ci si aspetterebbe: le capacità di risposta e di partecipazione del territorio e dei giovani in particolar modo vanno costantemente sostenute, sia in termini di servizi che di percorsi partecipativi”.

Gioacchino Minelli, Governatore del Distretto 2090 del Rotary che comprende Umbria, Marche, Abruzzo e Molise, ha invece sottolineato l’impegno del sodalizio, ormai pluriennale, in un’ottica di sussidiarietà orizzontale a fianco del Comune di Gubbio, in azioni rivolte ai giovani. “Prima i City Angels – ha spiegato – per giovani fino ai 19 anni, ora #lavorobenecomune che invece vuol sostenere giovani professionisti e creatori under 35, che vogliono mettersi in gioco, stimolati e sostenuti nel cercare nuove strade di affermazione personale. Iniziative che hanno l’ulteriore pregio di potersi replicare in territori diversi, comunque attenti al bene collettivo”.

 
Chiama o scrivi in redazione



Scrivi in redazione

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*