Vademecum per i cittadini sull’emergenza nazionale Coronavirus


Scrivi in redazione

Primo caso di Coronavirus nel territorio del Comune di Sigillo

Vademecum per i cittadini sull’emergenza nazionale Coronavirus

L’ultimo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, emesso il giorno 8 marzo 2020, rende più stringenti le norme di comportamento da adottare per contenere la diffusione del virus COVID-19 su tutto il territorio nazionale e pertanto anche nel Comune di Gualdo Tadino.

Per riuscire a fronteggiare in modo efficace questa emergenza, pertanto, si invitano tutti i cittadini alla massima collaborazione nel rispetto delle regole indicate qui di seguito che riguardano vari ambiti. Agire con responsabilità servirà a non vanificare il lavoro di quanti da settimane si stanno adoperando per contenere i rischi anche a tutela della vostra salute e quella dei vostri cari:

  • Per ragioni sanitarie s’invitano i cittadini gualdesi che si trovano nelle zone rosse del Nord a non rientrare nei propri comuni di residenza se non per cause di forza maggiore. Chiunque, invece, sia tornato nel Comune di Gualdo Tadino, anche prima del decreto emesso l’8 Marzo 2020, dalle zone rosse (Regione Lombardia, Provincia Di Modena, Provincia Di Parma, Provincia Di Piacenza, Provincia Di Reggio Emilia, Provincia Di Pesaro, Provincia Di Urbino, Provincia Di Asti, Provincia Di Novara, Provincia Di Verbano/Cusio/Ossola, Provincia Di Vercelli, Provincia Di Padova, Provincia Di Treviso, Provincia Di Venezia) deve contattare urgentemente in via precauzionale il proprio medico di base o il numero verde di emergenza sanitaria della Regione Umbria: 800 63 63 63 e mettersi in auto quarantena presso la propria abitazione;
  • Le persone che hanno avuto un contatto con un contagiato devono in via precauzionale informare il proprio medico di medicina generale e comunicare allo stesso l’eventuale comparsa dei sintomi. Resta sempre a disposizione il numero verde 800 63 63 63 al quale rispondono medici che forniscono informazioni e indicazioni sui comportamenti da seguire. Si invitano i cittadini a non recarsi presso il Pronto soccorso, come raccomandato costantemente anche dal Ministero della Salute
  • L’accesso alle STRUTTURE SANITARIE (Ospedale, EASP,) per visitare i propri cari è limitato alle sole urgenze per evitare assembramenti di persone. Mentre si consiglia di recarsi presso gli studi Medici solo in caso di assoluta ed improcrastinabile necessità, rispettando sempre i comportamenti e le regole attualmente in vigore ( 1 metro di distanza l’uno dall’altro, lavarsi le mani, ecc.). In ogni caso è consigliato il contatto telefonico.
  • Stop ai congressi medici. Sospesi tutti i congressi, le riunioni, i meeting e gli eventi sociali che coinvolgono personale sanitario o personale impiegato nei servizi pubblici essenziali o di pubblica utilità.
  • Chiusi cinema, teatri e musei. Sospesi manifestazioni, eventi e spettacoli, inclusi quelli cinematografici e teatrali, in luoghi sia pubblici che privati. Chiusi anche tutti i musei e gli altri luoghi della cultura.
  • Sospese le attività di pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse,  discoteche e locali assimilati. In caso di violazione, l’attività viene sospesa.
  • Nei bar e ristoranti solo a un metro di distanza. Attività di ristorazione e bar consentita solo se il gestore garantisce distanza interpersonale di almeno un metro. In caso di violazione, l’attività verrà sospesa.
  • Nei negozi a un metro di distanza. Il gestore deve garantire la distanza di protezione di almeno un metro tra i frequentatori e accessi contingentati. Lo stesso vale per le attività commerciali all’aperto.
  • Stop a eventi e competizioni sportive. Confermato lo stop agli eventi e alle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico che privato aperte al pubblico. Restano consentiti gli eventi e le competizioni (inclusi gli allenamenti per gli atleti agonisti) all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, oppure all’aperto senza la presenza di pubblico.
  • Palestre, piscine e centri sportivi. Le attività sportive all’aperto o all’interno di palestre, piscine e centri sportivi sono ammessi solo a condizione che sia possibile rispettare la distanza interpersonale di un metro.
  • sono sospese anche nel territorio di Gualdo Tadino le messe oltre a tutte le funzioni religiose già citate nel decreto.
  • Rifiuti: ESA continuerà nel servizio di raccolta porta a porta e  dal 9 marzo 2020 in ottemperanza delle indicazioni derivanti dall’emergenza sanitaria Coronavirus, la distribuzione dei contenitori per la raccolta differenziata avverrà nei giorni di: Lunedì-Mercoledì-Sabato dalle ore 10 alle ore 11 ( la distribuzione avverrà nel locale a piano terra sottostante gli uffici);
  • Gli UFFICI COMUNALI o comunque ai SERVIZI DI PUBBLICA UTILITA’ rimarranno aperti, ma l’accesso è consentito solo ai cittadini che ne hanno un improcrastinabile necessità. Muoversi solo se strettamente necessario. Per qualsiasi informazione sarà possibile contattare il centralino del Comune di Gualdo Tadino allo 075-915021 o l’ufficio della Polizia Municipale allo 910443. Le Farmacie Comunali possono essere contattate allo 075-912236 (Centro) e allo 075-9142234 (Cerqueto).
  • Per quanto riguarda le Scuole, da lunedì 9 marzo gli Istituti di Gualdo Tadino hanno iniziato per i propri studenti in via sperimentale le videolezioni via web. Si invitano pertanto tutto gli alunni a seguire le lezioni come deciso dai Dirigenti scolastici e durante la giornata di prevedere delle attività ludiche-culturali evitando il più possibile gli spostamenti (a tal proposito in collaborazione con la Compagnia di Re Artù è disponibile un canale Youtube (assaggi di lettura) dove i lettori volontari di Gualdo Tadino postano e condividono video di letture animate).

Si ricorda che il mancato rispetto delle sopra elencate prescrizioni costituisce reato ed è punito ai sensi dell’articolo 650 del Codice Penale, come previsto dall’articolo 3, comma 4 del decreto legge 23 febbraio 2020, n. 6.

In questa fase di emergenza nazionale, per riuscire a fronteggiarla in modo efficace, invito tutti i cittadini alla massima collaborazione nel rispetto scrupoloso delle regole indicate.

In questo momento di difficoltà dobbiamo cambiare le nostre abitudini di vita, dobbiamo evitare il più possibile contatti non strettamente necessari e restare a casa il più possibile. Insieme supereremo anche questo difficile periodo.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*