Gubbio, prorogato il bando per la gestione del mattatoio comunale

Ci sarà tempo fino a gennaio. Il bando prevede gestione per 15 anni e alcune manutenzioni straordinarie

 
Chiama o scrivi in redazione


Prorogato il bando per la gestione del mattatoio

Gubbio, prorogato il bando per la gestione del mattatoio comunale

Ci sarà tempo fino a gennaio. Il bando prevede gestione per 15 anni e alcune manutenzioni straordinarie

E’ stato prorogato il bando di affidamento in concessione del servizio di gestione del mattatoio comunale di Gubbio. Il mattatoio necessita di interventi di manutenzione straordinaria per l’adeguamento dell’impianto fognario e di quello di depurazione: per questo l’amministrazione e l’assessorato al Patrimonio, dopo essersi confrontate con le associazioni di categoria del settore, hanno ritenuto necessario confermare la modalità di affidamento in concessione del servizio a chi potrà garantire i lavori concernenti gli interventi di manutenzione straordinaria, per un ammontare complessivo di 250mila euro.


Da Ufficio stampa Comune di Gubbio


Per questo la concessione avrà la durata di 15 anni  e il gestore dovrà provvedere all’organizzazione della macellazione e di tutti i relativi servizi connessi, quali custodia, pulizia, manutenzione ordinaria, eventuali adeguamenti normativi della struttura, manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti e delle attrezzature del mattatoio comunale, trasporto carni macellate, smaltimento rifiuti.

Ampliate le specie che potranno essere macellate

Il concessionario potrà inoltre estendere l’attività di macellazione, oltre che ai bovini, ovini, suini, equini e caprini e ungulati domestici, anche alla grande selvaggina cacciata, nei limiti della normativa vigente e delle autorizzazioni, e potrà realizzare ulteriori strutture nel rispetto dei parametri urbanistici e delle norme igienico sanitarie di settore, nonché svolgere attività di formazione professionale previo ottenimento di tutte le autorizzazioni necessarie.

Le  utenze saranno interamente a carico del concessionario, che  pagherà al Comune un canone di 2.500 euro, ma  incasserà da parte del Comune il canone di disponibilità annuo di un importo presunto pari 45mila euro, al netto di Iva e/o di altre imposte e contributi di legge.

L’assessore Rita Cecchetti spiega:

“Crediamo che la possibilità di avere accesso a un tale servizio possa incontrare l’interesse degli imprenditori, così da poter garantire ancora nel Comune di Gubbio e nei territori limitrofi un servizio indispensabile agli allevatori”.

Dove inviare le offerte e la scadenza

La documentazione di gara è disponibile sulla piattaforma telematica di negoziazione, raggiungibile all’indirizzo https://app.albofornitori.it/alboeproc/albo_umbriadc, il bando ha scadenza 10 gennaio 2022.

Per tutte le ulteriori informazioni sul bando e sui dettagli dello stesso è possibile rivolgersi alla dottoressa Mariledi Pierantozzi, Istr. Dir. Servizio Patrimonio, alla mail m.pierantozzi@ comune.gubbio.pg.it.

 
Chiama o scrivi in redazione



Scrivi in redazione

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*