Riaperta la Strada di Rancaglia, collega le frazioni di Pieve di Compresseto e Biagetto con l’Ospedale di Branca

interventi realizzati interamente dalla squadra manutenzione esterna del Comune

 
Chiama o scrivi in redazione


Riaperta la Strada di Rancaglia, collega le frazioni di Pieve di Compresseto e Biagetto con l’Ospedale di Branca

Riaperta la Strada di Rancaglia, collega le frazioni di Pieve di Compresseto e Biagetto con l’Ospedale di Branca

 E’stata riaperta questa mattina la strada comunale di “Rancaglia”, importante via di comunicazione del territorio gualdese. L’Amministrazione Comunale ha ripristinato la viabilità di questa strada, che collega le frazioni di Pieve di Compresseto e Biagetto con l’Ospedale di Branca, e che era stata chiusa nel 2017 a causa di una brutta frana del terreno originata dalle forti piogge del tempo.


Fonte: Ufficio stampa
Comune di Gualdo Tadino


Un’importante riapertura, dunque, per la viabilità ed il transito delle due frazioni gualdesi (oltre che delle vicine Poggio Sant’Ercolano e Piagge) che consentirà ai residenti e non solo di poter raggiungere in tempi più brevi l’ospedale di Branca e permetterà un più facile collegamento con la zona nord est dell’Umbria e viceversa.

A riaprire ufficialmente la Strada comunale di “Rancaglia” erano presenti il Sindaco di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti, l’Assessore ai Lavori Pubblici, Fabio Pasquarelli, l’Assessore al Bilancio, Marco Parlanti, il Consigliere di maggioranza Gabriele Bazzucchi, il Responsabile Tecnico del Comune di Gualdo Tadino, Marco Tini e la squadra esterna degli operai del Comune che hanno eseguito i lavori.

“Dopo quattro anni – ha sottolineato il Sindaco Massimiliano Presciutti –, grazie al grande lavoro effettuato interamente dalla squadra delle manutenzioni esterne del Comune, riapriamo oggi un’arteria fondamentale che collega questa parte importante del territorio comunale con l’Ospedale di Branca e la zona nord est dell’Umbria. Questo è un primo intervento e non sarà l’ultimo che sarà effettuato in questa zona, infatti nella prossima primavera sarà ripristinata anche la frana di Poggio Sant’Ercolano entro fine 2022, inoltre la Provincia ci ha comunicato, proprio ieri, che c’è stato il riparto per la viabilità di collegamento fra i comuni delle aree interne nel periodo 2021-2026. Arriveranno dunque risorse importante che serviranno ad effettuare altri interventi”.

 L’Amministrazione Comunale per il ripristino della strada di “Rancaglia” (Ordinanza n. 33 del 14/03/2018 avente come oggetto “Chiusura Tratto Di Strada Di Collegamento Fraz. Pieve Di Cimpresseto – Biagetto Causa Movimento Franoso”) ha stanziato 42.700 €, con interventi effettuati in economia dal personale comunale (noleggiati soli i mezzi non nella disponibilità dell’Ente). Ciò ha consentito un notevole risparmio per le casse comunali, infatti se i lavori fossero stati effettuati da una ditta esterna sarebbero occorse probabilmente molte più risorse economiche.

Nello specifico gli interventi eseguiti sono stati:

  • regimazione delle acque sia a valle che a monte della frana che ha interessato la strada;
  • Posa in opera di tubi drenanti;
  • Posa in opera di chiavicotti per regimazione delle acque piovane;
  • Posa in opera di fondazione stradale in misto granulometrico;
  • Rifacimento cunette lungo la sede stradale che collega Pieve di Compresseto a Biagetto e riapertura dei chiavicotti stradali;
  • Rimodellazione dei versanti.

“Ringrazio – ha concluso l’Assessore ai Lavori Pubblici, Fabio Pasquarelli – l’intera squadra della manutenzione esterna del Comune che ha effettuato un lavoro incredibile per ripristinare questa strada. Con i finanziamenti che dovrebbero arrivare dalle aree interne l’idea è poi quella di bitumare questa arteria entro il 2026, la strada del Bianchello che collega Gualdo Tadino a Valfabbrica e anche altre vie di comunicazione del territorio”.

 
Chiama o scrivi in redazione



Scrivi in redazione

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*