Sviluppumbria, contributi fondo perduto ad attività di Gualdo Tadino

Cambio del traffico nel centro storico dal 1 luglio durante il periodo estivo
 

 Sviluppumbria, contributi fondo perduto ad attività di Gualdo Tadino

Ci sono buone notizie per molte attività commerciali, pubblici esercizi ed imprese dell’artigianato artistico di Gualdo Tadino. Una pioggia di denaro è in arrivo. Sono, infatti, ben oltre 170.000 € i contributi a fondo perduto (Ristori) che arriveranno in città in seguito al calo di fatturato subito nell’anno 2020 a causa dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19 (attività individuate in seguito ai codici ATECO).

Soldi in arrivo tramite Sviluppumbria (Società regionale per lo sviluppo economico dell’Umbria) che nei mesi scorsi aveva pubblicato nel BURU n.1 del 4 gennaio 2022, serie Avvisi e Concorsi, il Bando per l’erogazione di contributi a fondo perduto in favore delle imprese turistiche, come definite ai sensi dell.art.4 del Codice di cui all’Allegato 1 al D. Lgs. 79/2011, localizzate nei comuni all’interno dei comprensori sciistici umbri (Oltre a Gualdo Tadino figurano Costacciaro, Pietralunga, Monte Santa Maria Tiberina, Scheggia e Pascelupo, Cascia, Ferentillo, Monteleone di Spoleto, Polino, Sellano, Poggiodomo, Norcia).

Tra questi comuni figurava anche Gualdo Tadino e proprio a Gualdo Tadino saranno ben 26 le attività economiche che beneficeranno di questi contributi a fondo perduto (in favore dei soggetti destinatari che hanno subito, nell’anno 2020 una riduzione del fatturato per le imprese, nella percentuale minima del 15% rispetto all’anno 2019, come risultante dai rispettivi bilanci 2019 e 2020 approvati dall’assemblea dei soci).

La graduatoria ufficiali con i soggetti vincitori della misura è stata pubblicata nella giornata di giovedì 24 giugno ed è disponibile sul sito di Sviluppumbria.

Va ricordato che il contributo concesso è stato calcolato attraverso diversi criteri:

  1. a) calcolo del totale delle perdite di fatturato complessivo dei singoli beneficiari ammissibili;
  2. b) determinazione del peso della perdita di fatturato del singolo beneficiario rispetto al totale di cui al punto a);
  3. c) determinazione del contributo da assegnare al singolo beneficiario sulla base del peso di cui al punto b) moltiplicato per l’ammontare delle risorse disponibili di cui al successivo punto risorse finanziarie.

In ogni caso il contributo concedibile ad ogni singolo beneficiario non è stato superiore alla perdita di fatturato subito dallo stesso.

“Si tratta di una bella boccata di ossigeno per tante attività commerciali, pubblici esercizi ed imprese dell’artigianato artistico di Gualdo Tadino – ha sottolineato il Sindaco di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti. Oltre 25 attività della nostra città hanno ottenuto un contributo a fondo perduto complessivo di oltre 170.000 € a seguito delle perdite di fatturato dovute all’emergenza sanitaria causata dal Covid-19 attraverso Sviluppumbria, che ringraziamo per la grande opportunità concessa.

Dopo un periodo difficile dovuto alla pandemia le attività economiche della nostra città stanno ripartendo e questo è senza dubbio un bel segnale per il futuro”.

 
Chiama o scrivi in redazione



Scrivi in redazione

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*