Area archeologica della Guastuglia, la Lega chiede di istituire tavolo di lavoro

 
Chiama o scrivi in redazione


Area archeologica della Guastuglia, la Lega chiede di istituire tavolo di lavoro

Area archeologica della Guastuglia: il Gruppo Lega in consiglio comunale ha presentato un ordine del giorno per chiedere di istituire un tavolo di lavoro tra il Comune di Gubbio, la Regione Umbria, la Sovraintendenza dell’Umbria ed il Ministero dei Beni Culturali per realizzare un Parco archeologico da inserire in un contesto turistico culturale regionale e nazionale e di reperire risorse finanziarie sia pubbliche che private. Negli anni Settanta l’area della Guastuglia fu concessa per la costruzione di una serie di case popolari, ma dai primi scavi vennero alla luce murature e mosaici.

Immediato fu l’intervento della Sovraintendenza che eseguì indagini mirate che hanno messo alla luce le cosiddette “domus dei mosaici” e “domus del banchetto”. La zona archeologica romana della Guastuglia fu così sottoposta a vincolo diretto ed indiretto e le strutture inserite nei beni appartenenti al Demanio, dichiarati di particolare interesse archeologico.

Con dei Fondi Lotto 2013 venne realizzata su commissione della Direzione Regionale per i beni culturali e paesaggistici dell’Umbria una copertura a protezione dei mosaici della “domus del banchetto” per promuovere l’esposizione permanente ottenendo cosi la valorizzazione e fruizione di una parte dell’area archeologica.

Il Sindaco Stirati – si legge nell’Ordine del giorno – nel Consiglio del marzo 2017 dichiarò che venne presentato un progetto congiunto tra Comune e Sovraintendenza con l’obiettivo di riqualificare l’intera area destinandola a parco archeologico che però non vide il finanziamento da parte della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.

Ad oggi dunque l’intera area archeologica risulta non fruibile ai visitatori nella parte della “domus del banchetto” mentre la “domus dei mosaici”, dopo un iniziale intervento di recupero e restauro nel 2016, risulta interrata.

“Il recupero e la valorizzazione dell’area della Guastuglia e la conseguente realizzazione del parco archeologico – spiegano i consiglieri del Gruppo Lega Michele Carini, Stefano Pascolini e Angelo Baldinelli – consegnerebbe alla città un patrimonio di inestimabile valore inserendolo nella già esistente area romana del Teatro Romano con ricadute importantissime a livello turistico ed economico; La realizzazione del parco archeologico avrebbe ricadute anche a livello regionale inserendolo in un percorso turistico e culturale che darebbe valore aggiunto al già importante patrimonio romano dell’Umbria”.

 
Chiama o scrivi in redazione



Scrivi in redazione

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*