Gubbio convengo su sviluppo agricolo del territorio con Fernanda Cecchini

Il plauso istituzionale  all’ampia platea intervenuta  in apertura del convegno nazionale sulle tematiche ambientali in linea con EXPO 2015  “Sviluppo agricolo, protezione del territorio e produzione agroalimentare in un ambiente tutelato”, iniziato oggi pomeriggio al Park  Hotel Ai Cappuccini, è stato portato dal sindaco Filippo Mario Stirati e dall’assessore della Regione  Umbria Fernanda Cecchini.  Si tratta dell’undicesimo appuntamento promosso dal ‘Centro Studi Giuridici della Città di Gubbio Studium Tutà Ikuvium’   edal ‘Centro Studi Giuridici e Politici della Regione Umbria, con il patrocinio di Comune, Regione, Provincia e il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.  Ad  introdurre i lavori   Marco Lucio Campiani per il  ‘Centro Studi Giuridici e Politici della Regione Umbria’ e Sergio Matteini Chiari per  il  ‘Centro Studi Giuridici della Città di Gubbio’, anima e ispiratore, con un impegno che dura da ben 31 anni, a partire dall’84,   punto di riferimento per esperti giuristi e avvocati, ma anche per semplici cittadini.

Lo ha ricordato il sindaco Stirati, sottolineando elaborazioni ed esiti di alto profilo. « MatteiniChiari è stato ed è un pungolo di coscienza civile – ha sottolineato Stirati – e ciò che è emerso dai Convegni organizzati. Il tema trattato nell’appuntamento 2015 segna il passo verso la riscoperta dell’agricoltura in un’ottica di tutela e salvaguardia dell’ambiente ma anche come investimento economico.

Oggi tanti giovani hanno  voglia e volontà di dedicarsi, in forme rinnovate, a questo impegno lavorativo, come dimostrano  nel nostro territorio esperienze quali  la coltivazione della canapa e dello zafferano ».  L’assessore Cecchini ha sottolineato l’impegno che la Regione e la nuova programmazione comunitaria mettono  a disposizione, con  fondi e risorse  per lo sviluppo rurale e per la crescita economica e sociale.  « Occorre dare continuità alle azioni a sostegno dell’insediamento dei giovani e degli investimenti – ha dichiarato l’assessore –  per l’ammodernamento delle aziende agricole, oggi che la cultura verso questo ‘settore primario’ è cambiata.

Chi è tornato ad operare in tale ambito lo fa con nuova dignità, svolgendo un ruolo significativo  nell’ agricoltura legata all’ambiente, al presidio del territorio, alla diversità dei prodotti. La ‘crisi’ che stiamo vivendo è, in senso etimologico,  anche un’opportunità, il separare e il giudicare rispetto alle scelte. Un modello di sviluppo basato solo sulla produzione, è fallito. Ora ne stiamo costruendo un altro, che ponga al centro la persona e i ‘beni comuni’, come il paesaggio agrario. »  Dopo aver ricordato le illustri presenze che si sono succedute negli anni, alcune delle quali scomparse, come Massimo Severo Giannini e Lorenzo Migliorini, ed espresso l’augurio del giurista Nicola Greco di far diventare Gubbio un ‘laboratorio’ permanente di studi giuridici, Matteini Chiari ha salutato i rappresentanti degli ordini presenti, come Andrea Orestano docente di Diritto Privato all’Università di Perugia e  Marina Cancellotti in rappresentanza dell’Ordine degli Avvocati di Perugia.

Giuseppe Severini,  presidente di Sezione del Consiglio di Stato,  ha poi presieduto il convegno introducendo le relazioni della sezione  ‘AGRICOLTURA ED ECONOMIA’,  con il primo intervento di  Fausto Capelli del Collegio europeo/Università di Parma/Direttore Rivista “Diritto comunitario e degli scambi internazionali” sul tema “Evoluzione della politica agricola dell’Unione europea”. In un’ampia dissertazione Capelli, specializzato in diritto europeo e internazionale, ha evidenziato l’evoluzione nella Comunità Europea delle scelte legislative in materia di produzioni agricole, attraverso il trattato di Lisbona del 2009 fino alla recente entrata in vigore del Regolamenti Comunitari.  Paolo Borghi dell’Università degli Studi di Ferrara  ha poi affrontato  “Gli sviluppi dell’agricoltura in Italia”  con l’utilizzo dei marchi DOP e IPG  mentre Paolo Dell’Anno dell’Università Bocconi di Milano e Giuseppe Manfredi dell’Università Cattolica di Piacenza hanno trattato un tema di grande attualità quale   “Energie rinnovabili nelle aree agricole”.  Domani appuntamento  la mattina con la seconda sessione “AGRICOLTURA, PAESAGGIO E TURISMO”  per poi proseguire nel pomeriggio con  “AGRICOLTURA,  SALUTE E BENESSERE”.  Sarà presente il presidente emerito della Corte Costituzionale Cesare Mirabelli.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*