Sentiero francescano, il 1 giugno a Gubbio pellegrini non vendenti in città

Al Sacro Convento di Assisi i pellegrini riceveranno il Testimonium Viae Francisci in braille,

 
Chiama o scrivi in redazione


Sentiero francescano, il 1 giugno a Gubbio pellegrini non vendenti in città

Sentiero francescano, il 1 giugno a Gubbio pellegrini non vendenti in città

GUBBIO – Giovedì 1 giugno arriverà a Gubbio  un gruppo di 30 pellegrini “speciali”,  partiti domenica 28 maggio da La Verna  che proseguiranno  poi per Assisi, dove ad attenderli ci saranno alcuni frati del Sacro Convento e i ragazzi del progetto “PiccolAccoglienza Gubbio”.

La particolarità di questo gruppo di pellegrini, che hanno percorso negli scorsi anni la via Francigena, la via Ghibellina e la parte sud della via di Francesco fino a Roma,  dove ad attenderli c’era Papa Francesco,  è che alcuni  sono non vedenti e solo grazie alla forza dell’amicizia e dell’entusiasmo che li fa incontrare ogni anno, questi amici riescono a camminare lungo una delle tante vie di pellegrinaggio di cui l’Italia è ricca.

Ad attenderli lungo il percorso ci sarà un’accoglienza eccezionale al di là delle frontiere sensoriali, orientando le visite dei musei (Piccolo Museo del Diario, Civico Museo di San Sepolcro) e dei luoghi perché tutti possano cogliere la bellezza e la particolarità delle terre che attraversa la Via di Francesco.

In particolare a Gubbio,  il gruppo di pellegrini visiterà la chiesa di San Francesco dove potranno “leggere con le mani” il bassorilievo dell’artista Nello Bocci che rappresenta il momento in cui Giacomo della famiglia Spadalonga consegna il saio al suo amico Francesco d’Assisi e nel giro in città riceveranno la ‘patente da matto’  correndo 3 giri di corsa intorno alla fontana del Bargello.

A Gubbio il gruppo di viandanti riceverà la cartolina del pellegrino in formato braille realizzata appositamente dalla Diocesi, grazie all’aiuto dell’associazione “Libro Parlato” di Feltre (Belluno), la quale fornirà anche a ciascun pellegrino una stampa 3D del profilo plano altimetrico per dare modo a tutti di avere ogni giorno delle indicazioni relative alla tappa, dislivelli, chilometri da percorrere e momenti di sosta.

Al  Sacro Convento di Assisi  i pellegrini riceveranno il Testimonium Viae Francisci in braille,  realizzato per l’occasione,  dall’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Napoli; probabilmente è la prima volta che  la meta di una via di pellegrinaggio (Roma, Assisi, Santiago de Compostella), realizza questo speciale attestato in braille a sottolineare un’attenzione speciale e unica che l’Umbria ha nei confronti di tutti  coloro che hanno il desiderio di camminare in maniera speciale.

 

 
Chiama o scrivi in redazione



Scrivi in redazione

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*