Sicurezza stradale e ordine pubblico, Stirati scrive al Prefetto

 
Chiama o scrivi in redazione


Stretta sulla movida notturna, ordinanza chiude i locali all’una

Sicurezza stradale e ordine pubblico, Stirati scrive al Prefetto

In relazione ad una serie di questioni e segnalazioni emerse in questi ultimi giorni, quali l’ordine pubblico e la sicurezza legate alla movida nei locali del centro storico e gli interventi di manutenzione lungo la SS 219 con il conseguente aumento del traffico sul vecchio percorso, il sindaco di Gubbio ha scritto al Prefetto, “anche alla luce della legittima protesta dei residenti del centro storico della città”.

Nella lettera il sindaco sottolinea come si renda “indispensabile una forte presenza delle forze dell’ordine volta ad assicurare un maggiore controllo del territorio, a tutelare l’ordine pubblico e a scongiurare il reiterarsi degli incresciosi episodi di disturbo della quiete pubblica quali quelli che si sono manifestati e continuano a manifestarsi nel nostro centro storico e non solo”.

L’azione di coordinamento tra le Forze dell’ordine e la Polizia municipale, messa in piedi  anche integrando il servizio di quest’ultima con orari notturni, sottolinea Stirati nella lettera, “non pare ad oggi sufficiente in considerazione del decifit di unità operative impiegate. Questo ci porta a ribadire la necessità e l’urgenza di una presenza forte, sovrana, dei presidi territoriali in particolare per il fine settimana e a chiedere ancora una volta la disponibilità da parte della Questura di garantire in maniera continuativa e periodica la presenza della forza pubblica”.

Altro tema che il sindaco pone nella lettera è quello della sicurezza stradale: “Mi permetto di rappresentarLe la necessità di prevedere anche un presidio delle forze di Polizia lungo la SS 219 di Gubbio e Pian d’Assino. Anas ha infatti dato avvio a una serie di interventi di manutenzione straordinaria del corpo stradale per la realizzazione dei quali è stato chiuso, fino al prossimo 28 settembre, il tratto compreso tra lo svincolo di Torre Calzolari e lo svincolo di Padule in entrambe le corsie con deviazione del traffico, anche pesante, lungo il tracciato della ex strada statale normalmente interessata soltanto dalla viabilità locale in quanto strada interna di collegamento delle frazioni della zona Est della città.

L’importante flusso turistico che interesserà la città di Gubbio anche nel mese di Settembre e la riapertura delle scuole rappresenteranno una notevole mole di lavoro per la nostra Polizia Municipale; è per questo motivo – scrive Stirati – che riteniamo indispensabile l’ausilio della Polizia Stradale in un’azione di coordinamento della viabilità diretta a scongiurare pericoli e disagi, sia per i residenti che per i visitatori”.

Altra questione che oggi pone il sindaco Stirati riguarda le frazioni che si trovano sulla vecchia strada Gubbio-Perugia, tornata ad essere percorsa a causa delle interruzioni presenti sulla Pian d’Assino, nella speranza, spiega Stirati, “che il tratto stradale in questione possa essere presidiato al meglio al fine di non dar luogo a incidenti per eccesso di velocità e di garantire la sicurezza dei residenti delle frazioni”. / Ufficio Stampa Comune di Gubbio

 
Chiama o scrivi in redazione



Scrivi in redazione

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*