Gubbio, una nuova sede per il Centro Antiviolenza

Inaugurazione sabato 20 aprile intitolato a Maria Eda Panfili, per tutti "Edes" conosciuta da tutta la comunità 

Gubbio, una nuova sede per il Centro Antiviolenza

Gubbio, una nuova sede per il Centro Antiviolenza

Il Centro Antiviolenza di Gubbio si trasferirà in una nuova sede, proseguendo nella sua missione di supporto e protezione delle donne. Sabato 20 aprile alle 16:30 il centro verrà intitolato a Maria Eda Panfili, per tutti “Edes”, una figura straordinaria che ha lasciato un’impronta indelebile nella nostra comunità.

Gestito dall’Associazione “Libera…mente Donna” in rete con i servizi territoriali, con una reperibilità di sette giorni su sette h 24, il Centro ha un numero telefonico dedicato (353.4143438) oltre al numero di riferimento antiviolenza nazionale 1522.
Nel 2023 il Centro antiviolenza di Gubbio ha registrato 112 chiamate, con 109 colloqui programmati e 17 “prese in carico”.

Edes Panfili, nata il 2 febbraio 1931 a Gubbio, ha dedicato la sua vita alla lotta per i diritti delle donne e degli uomini, con una passione incrollabile e un impegno instancabile. Il suo percorso politico e amministrativo è stato caratterizzato da una profonda sensibilità verso le esigenze della società e un’instancabile determinazione nel portare avanti le sue convinzioni.
Come amministratrice del Comune di Gubbio per oltre trent’anni, Edes ha lavorato instancabilmente per migliorare il mondo della scuola, garantendo opportunità educative e strutture adeguate per i bambini e le bambine. Ha combattuto per i diritti delle donne, anticipando i tempi con la creazione di centri di citologia per la prevenzione delle malattie femminili e promuovendo iniziative per l’empowerment femminile nel mondo del lavoro. Oltre al suo straordinario impegno nelle deleghe del sociale, Edes ha anche realizzato importanti opere pubbliche, dalla pavimentazione di Piazza Grande alla costruzione della Piscina comunale, e la fondamentale riapertura, dopo anni, del Teatro Comunale, spazio di riferimento per l’arte e lo spettacolo nella nostra città. Anche dopo il suo ritiro dall’attività amministrativa, Edes ha continuato a essere una voce forte per i diritti delle donne, impegnandosi attivamente nel sindacato e nella difesa delle lavoratrici pensionate.

Il suo spirito altruista e la sua dedizione alla comunità rimarranno per sempre un esempio luminoso per tutti noi. Con l’intitolazione del Centro Antiviolenza, continueremo a onorare il suo straordinario contributo e a seguire il suo esempio di impegno sociale.

L’inaugurazione della nuova sede del Centro Antiviolenza e la cerimonia di intitolazione in onore di Maria Eda Panfili si terranno il 20 aprile alle 16:30 presso l’aula magna della scuola Mastro Giorgio-Nelli, sede di Piazza Bosone.
La cittadinanza è invitata a partecipare a questo momento significativo per la comunità.

 
Chiama o scrivi in redazione



Scrivi in redazione

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*