Walkiria Terradura: Un Tributo alla Partigiana a un Anno dalla Sua Scomparsa

L’Anpi di Gubbio e l’Anpi provinciale di Roma ricordano la partigiana Walkiria Terradura

Walkiria Terradura: Un Tributo alla Partigiana

Walkiria Terradura: Un Tributo alla Partigiana a un Anno dalla Sua Scomparsa

L’ Anpi di Gubbio, in collaborazione con l’Anpi provinciale di Roma, ricorda la partigiana Walkiria Terradura a un anno dalla sua scomparsa, avvenuta nella capitale il 5 luglio 2023. La sezione eugubina è intitolata a lei.

Walkiria Terradura, nata a Gubbio il 9 gennaio 1924, è stata comandante della squadra Settebello V Brigata Garibaldi Pesaro. Nel 1971, Walkiria è stata insignita della medaglia d’argento al Valor Militare.

Per tutta la sua vita, Walkiria è stata una testimone attenta e attiva della guerra di Liberazione. “Ho fatto la Resistenza con il cuore di donna” amava dire, citando Carla Capponi. E sul nome di battaglia: “Il mio me lo hanno dato i miei genitori quando sono nata. Meglio di questo?”

Fedele al suo nome, la “ragazza guerriera” Walkiria, appena ventenne, da ottobre 1943 ad agosto 1944 ha combattuto contro tedeschi e fascisti. Era orgogliosa di quella scelta “perché ho contribuito anch’io a sconfiggere le dittature che allora soffocavano il mondo.”

La motivazione della medaglia al valore recita:

“Donna dotata di forte e generoso animo, entrava, malgrado la giovane età, nelle formazioni partigiane della sua zona portandovi entusiasmo e fede. In lunghi mesi di lotta partecipava a numerose azioni contro il dotato avversario, mettendo in luce non comuni doti di coraggio e di iniziativa. Dopo essere riuscita con la squadra da lei comandata a fare saltare un ponte stradale, accortasi del sopraggiungere di un reparto avversario, incurante della grande sproporzione delle forze, attaccava con bombe a mano, di sorpresa e con un solo gregario l’avversario, infliggendogli dure perdite, ponendolo in fuga e recuperando gli automezzi e le armi abbandonate. Valido esempio di determinazione, coraggio e alto spirito patriottico”.

Un nome vero che sembra inventato, Walkiria.

Walkiria bella e armata. Comandante partigiano col cuore di donna sui sentieri della Liberazione. Ci manchi, Comandante!

 
Chiama o scrivi in redazione



Scrivi in redazione

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*