Gubbio, acceso l’albero di Natale più grande del mondo 🔴 VIDEO

Gubbio, acceso l’albero di Natale più grande del mondo

Gubbio, acceso l’albero di Natale più grande del mondo

Per la 43esima volta, torna a Gubbio – in Umbria – l’Albero di Natale più grande del mondo, iscritto nel Guinness dei primati fin dagli anni Novanta. La cerimonia dell’accensione – come di consueto alla vigilia della festività dell’Immacolata – ha illuminato la sagoma dell’abete natalizio frutto dell’ingegno e del lavoro degli “alberaioli” eugubini, un gruppo di oltre 50 volontari.

Protagonisti e testimonial dell’accensione 2023 sono stati i giovani di “Rondine – Cittadella della Pace”, in particolare la 22enne ucraina Kateryna Mishchenko, la giovane russa Sabina Satvaldyeva e il maliano Jean Theodore Dougnon, accompagnati dal direttore generale dell’associazione Stefano Isacchi. Sono stati proprio i tre giovani stranieri – ospiti dello studentato internazionale di Rondine – ad azionare il meccanismo che ha dato il via all’accensione dell’abete luminoso disegnato sull’intero versante sud del monte Ingino, che domina il medievale centro storico eugubino.

Toccanti ed emozionanti le loro testimonianze: i racconti di come il loro paesi stanno vivendo i conflitti armati in corso e di come la convivenza e il dialogo nel borgo aretino di Rondine li stia aiutando a superare odio e divisione, immaginando un futuro diverso per il mondo intero. L’associazione toscana è impegnata da oltre venticinque anni nella riduzione dei conflitti armati nel mondo e protagonista, proprio in questi giorni, con il suo messaggio di pace presso la sede delle Nazioni Unite a New York, grazie all’impegno del fondatore e presidente Franco Vaccari.

La serata è stata aperta dagli Sbandieratori di Gubbio con la loro coinvolgente esibizione, che ha introdotto il salotto condotto da Ubaldo Gini e Silvia Procacci. Si sono alternate poi le esibizioni musicali – voce e chitarra – dei fratelli Sara Jane e Paolo Ceccarelli, eugubini con interessanti presenze e collaborazioni di carattere nazionale, e dei cantanti della prestigiosa Bernstein School of Musical Theater che hanno scaldato e animato la piazza. Molto apprezzata la performance dell’artista Andrea Arena, che ha realizzato delle immagini suggestive disegnate sulla sabbia dedicate a Gubbio, all’Albero e ai valori che contraddistinguono lo spirito degli “alberaioli”.

Sono saliti sul palco per portare i loro saluti la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, il sindaco di Gubbio Filippo Mario Stirati, il vescovo Luciano Paolucci Bedini e il presidente del comitato “Albero di Natale più Grande del Mondo”, Giacomo Fumanti. Sono state molte le iniziative e le novità che hanno accompagnato la 43esima accensione dell’Albero di Natale più grande del mondo. Tra queste – nei giorni 7 e 8 dicembre – l’idea di sostituire la scritta luminosa alla base dell’Albero relativa all’anno 2023 con il numero telefonico gratuito 1522, anti violenza e stalking, che oggi più che mai è necessario ricordare e divulgare.



 

 
Chiama o scrivi in redazione



Scrivi in redazione

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*