Lega Gubbio: “Bollette e carburanti troppo cari, in difficoltà settore agricolo locale”

Presentata un'interrogazione per conoscere quali iniziative intenda prendere l’amministrazione Comunale

Lega Gubbio: “Bollette e carburanti troppo cari, in difficoltà settore agricolo”

Lega Gubbio: “Bollette e carburanti troppo cari, in difficoltà settore agricolo locale”

Presentata un’interrogazione per conoscere quali iniziative intenda prendere l’amministrazione Comunale

Caro bollette e caro carburanti: in difficoltà il settore agricolo eugubino. A segnalarlo i consiglieri del Gruppo Lega Michele Carini, Angelo Baldinelli e Sabina Venturi che hanno presentato una interrogazione per sapere se anche l’amministrazione Comunale ha avuto queste sollecitazioni dal mondo agricolo e quali iniziative, nei limiti delle proprie competenze, pensa di intraprendere per scongiurare una crisi del settore, per sensibilizzare gli organi competenti e per dare sostegno alle attività economiche.


Da Ufficio comunicazione Lega Umbria Salvini Premier


“Abbiamo raccolto numerose grida di allarme da diversi operatori economici locali del settore agricolo – spiegano i consiglieri Lega – riguardo il preoccupante rincaro dei costi delle materie prime ed energia che purtroppo sta interessando l’intero Paese. Il territorio eugubino è fortemente caratterizzato da piccole imprese nel settore agricolo, circa il 27%, che svolgono attività di allevamento, coltivazioni e florovivaistica e rappresentano una fetta di Pil locale molto importante.

Molte imprese agricole hanno già annunciato che per gli inizi del 2022 saranno costrette ad effettuare importanti ridimensionamenti della propria attività a causa dei rincari materie prime ed energia.

Tale situazione causerebbe quindi un importante colpo al settore e all’economica locale anche in termini occupazionali. Regione e Comuni dispongono di pochi strumenti per contrastare tale situazione che è tutta in mano al Governo Centrale e all’Unione Europea, ma possono intraprendere dei percorsi di interlocuzione con le parti interessate come già sta facendo la Regione Umbria in Seconda Commissione Permanente con le varie associazioni di categoria”.

 
Chiama o scrivi in redazione



Scrivi in redazione

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*